Reviews of Hotels, Flights and Vacation Rentals
TRIPADVISOR REVEALS WORLD’S MOST POPULAR ATTRACTIONS TO HELP SINGAPORE TRAVELLERS PLAN THEIR 2020 HOLIDAY WISH-LIST

Newsroom

TRIPADVISOR AGGIORNA LA SUA POLICY SUL WELFARE DEGLI ANIMALI IMPEGNANDOSI A PORRE FINE ALLA CATTIVITÀ DI BALENE E DELFINI
TripAdvisor e la sua sussidiaria Viator interromperanno le relazioni commerciali con le strutture che allevano o importano delfini e balene in cattività L’aggiornamento delle policy ha l’obiettivo di spingere il settore verso i “santuari di mare” come ambiente alternativo per l’attuale generazione di balene e delfini che vivono in cattività

Milano, 2 ottobre 2019 – TripAdvisor, la piattaforma di viaggi a cui si affidano milioni di consumatori in tutto il mondo, ha annunciato oggi che non venderà più i biglietti né genererà profitto dalle attrazioni che continuano a contribuire alla cattività delle future generazioni di cetacei (balene, delfini e focene).

Di conseguenza, qualunque attività commerciale che allevi o importi cetacei per mostrarli al pubblico non avrà più la possibilità di vendere biglietti su TripAdvisor e Viator. I prodotti attualmente acquistabili sul sito che non sono in linea con la nuova normativa verranno rimossi nei prossimi mesi e la policy sarà completamente effettiva entro la fine del 2019. La nuova policy non sarà applicata ai “santuari di mare”* che si prendono cura dei cetacei già in cattività.

La decisione è stata presa in seguito a un dettagliato processo di consultazioni con diversi esperti tra cui biologi marini, zoologi e ambientalisti e ha tenuto conto delle prove scientifiche e delle argomentazioni presentate dalle varie parti coinvolte. È la riconferma dell’impegno di TripAdvisor nel migliorare il benessere degli animali a livello mondiale e, in particolare, nel settore turistico. 

“Le prove che ci sono state presentate dagli esperti sono state convincenti. Balene e delfini non prosperano in ambienti circoscritti in cattività e speriamo che in futuro questi animali possano vivere come dovrebbero, liberi e nel loro ambiente naturale” ha commentato Dermot Halpin, President, TripAdvisor Experiences and Rentals“Crediamo che l’attuale generazione di balene e delfini che vivono in cattività dovrebbe essere l’ultima e ci auguriamo che questa posizione venga adottata più diffusamente nel settore dei viaggi”.

I gruppi ambientalisti e gli esperti di welfare degli animali hanno accolto positivamente questa iniziativa come un importante passo avanti.

TripAdvisor è dal lato giusto della storia” ha dichiarato la dottoressa Naomi Rose, esperta dei mammiferi marini dell’Animal Welfare Institute“Balene e delfini non possono prosperare in cattività e i turisti assennati non tollerano più lo sfruttamento di questi predatori marini intelligenti e socialmente complessi per il semplice intrattenimento umano”.

“Si tratta di un messaggio chiaro per le altre aziende che operano nel mondo dei viaggi: dobbiamo interrompere questa pratica crudele una volta per tutte” ha dichiarato Nick Stewart, Global Head of Wildlife, Dolphins, World Animal Protection. “Uniti possiamo fare in modo che questa sia l’ultima generazione di delfini che vivono in cattività per intrattenimento”.

L’integrazione della policy di TripAdvisor tiene anche conto del fatto che se da una parte è possibile evitare che future generazioni di cetacei vivano in cattività, dall’altra la situazione è diversa per quelli che sono già in cattività. Per la maggior parte dei cetacei attualmente in cattività, il rilascio in libertà non è un’alternativa realistica. Per questo motivo la policy comprende anche varie clausole volte a tutelare le necessità, la sicurezza e la salute dei cetacei attualmente in cattività.

Il nostro obbiettivo non è solo di evitare che le nuove generazioni di balene e delfini crescano in cattività ma anche di incoraggiare l’industria a valutare modelli alternativi come i ‘santuari di mare’ che rispondo meglio alle esigenze degli animali già in cattività” ha aggiunto Dermot Halpin, President, TripAdvisor Experiences and Rentals. “I santuari di mare hanno un potenziale enorme ma hanno bisogno di maggior supporto da parte dell’industria turistica. Fino a quando le strutture con balene e delfini in cattività continueranno a trarre profitto dal tenere questi animali in ambienti più piccoli, meno costosi e meno naturali, non avranno abbastanza incentivi per adottare un cambiamento serio. Ci auguriamo che il nostro annuncio oggi possa aiutare a modificare questa tendenza”.

L’annuncio di oggi rappresenta l’ultima integrazione alla policy di TripAdvisor per il benessere degli animali. La policy, lanciata nel 2016, già impegna TripAdvisor e il suo brand sussidiario Viator a non vendere biglietti per esperienze in cui i viaggiatori entrano in contatto fisico con animali selvatici come le passeggiate a bordo di elefanti e le carezze alle tigri. Un’ulteriore integrazione è stata fatta nel 2018 quando TripAdvisor ha interrotto le vendite di biglietti per show ed esibizioni umilianti per gli animali.

Policy di TripAdvisor sul benessere dei cetacei – versione completa 
TripAdvisor e il suo brand Viator non venderanno più biglietti di, o non genereranno più profitto da, attrazioni o esperienze in cui cetacei in cattività vengono messi in mostra al pubblico, a eccezione di:

●      “santuari” che forniscono a tutti i loro cetacei in cattività un ambiente marino permanente
●      strutture commerciali o no-profit che stanno sviluppando un “santuario” di mare come ambiente alternativo per i cetacei in cattività e che si sono impegnate pubblicamente a riallocare opportunatamente tutti i cetacei in cattività di cui si stanno occupando all’interno di questi ambienti
●      strutture accreditate** che si sono pubblicamente e ufficialmente impegnate a implementare tutte le seguenti pratiche:

○      interrompere ed evitare l’allevamento di cetacei di cui si stanno occupando
○      interrompere l’importazione da altre strutture di cetacei in cattività per mostrarli al pubblico
○      interrompere la cattura e l’importazione di cetacei selvaggi per mostrarli al pubblico

La policy completa di TripAdvisor per il benessere degli animali è disponibile al seguente link.

*Un “santuario di mare” è definito come un’area naturale di acqua costiera, come una baia o un’insenatura, che ospita cetacei in un ambiente il più simile possibile a quello naturale fornendo al contempo protezione e supervisione da parte di uno staff qualificato di veterinari e allevatori. I “santuari di mare” devono aderire a una rigida policy di non allevamento, evitare di addestrare i loro animali per performance o show dedicati al pubblico e proibire qualunque forma di interazione fisica tra ospiti e animali incluse le esperienze in acqua. 

**L’accreditamento deve essere certificato da un membro dell’associazione World Association of Zoos and Aquariums (WAZA).

Note: dichiarazioni aggiuntive 
In qualità di leader nel mondo dei viaggi e del turismo, la nuova rigida policy di TripAdvisor relativa a balene e delfini in cattività è davvero degna di lode. Non si sono limitati ad ascoltare le prove scientifiche e pubbliche, ma hanno anche condotto delle ricerche e hanno compreso che ci sono delle questioni etiche e di salute che riguardano questi animali. Il supporto di TripAdvisor nell’abolizione dell’allevamento e nel sostegno ai ‘santuari di mare’ mostra la comprensione di quelli che sono i prossimi passi logici da intraprendere per uscire da questa tipologia di turismo. L’abolizione dell’allevamento eviterà di avere un’altra generazione di cetacei sofferenti, mentre i ‘santuari’ offriranno le cure migliori agli animali che rimarranno in cattività e che non possono essere liberati in natura” ha dichiarato Dr Ingrid N. Visser, Founder & Scientist, Orca Research Trust.

Siamo entusiasti di queste importanti e crescenti iniziative promosse da TripAdvisor nell’ambito del welfare. Abbiamo preso parte al processo di consultazione condotto da TripAdvisor prima di giungere a una decisione e siamo felici che abbiano ascoltato i nostri consigli. È da tempo che facciamo campagne per interrompere la promozione di spettacoli di balene e delfini da parte dell’industria. L’annuncio di oggi manda un messaggio chiaro all’industria di balene e delfini in cattività: TripAdvisor non collaborerà più con le strutture che non si impegneranno a superare questa pratica crudele e datata” ha dichiarato Rob Lott, Policy Manager, Whale and Dolphin Conservation.

Congratulazioni a TripAdvisor per aver rivisto le prove disponibili e per essere giunto alle giuste conclusioni. Balene e delfini sono mammiferi intelligenti e sociali che hanno bisogno di spazi ampi nella natura per soddisfare le loro esigenze.  Una vita in cattività non è una vita per un delfino o una balena, quindi questo annuncio di TripAdvisor manda un altro messaggio forte all’industria dei viaggi: questa forma di turismo non è più accettabile” ha commentato Dylan Walker, CEO, World Cetacean Alliance.

In consultazione con la PETA, TripAdvisor si è posizionato nuovamente come leader di settore, integrando la sua policy per dare il miglior consiglio possibile: non comprate mai un biglietto per una struttura in cui orche, delfini o altri mammiferi oceanici sono costretti in cattività per essere mostrati al pubblico. Grazie alla decisione etica di TripAdvisor si avvicina per i cetacei il giorno in cui finirà la loro vita in cattività e potranno tornare a casa loro negli oceani” ha dichiarato Tracy Reiman, Executive Vice President, PETA.

“Sono davvero colpita dall’attenzione di TripAdvisor nei confronti del benessere di delfini e balene che emerge da questa revisione della policy. La scienza ha mostrato l’immensa sofferenza e la morte prematura provocata ai cetacei dallo sfruttamento in cattività per essere mostrati al pubblico. Queste strutture possono inoltre minacciare i veri sforzi volti a preservare queste specie animali in natura. Ora che abbiamo una maggiore consapevolezza, dovremmo comportarci meglio ed evitare di supportare queste strutture visitandole. TripAdvisor ha creato un precedente che dovrebbe essere seguito da ogni azienda operante nei viaggi e nei tour” ha dichiarato Toni Frohoff, Ph.D., Cetacean Behavioral Biologist, Terramar Research.